UNA TRANS NEL CULO – 2° tempo - Termoli (CB)

Tina è salita sul letto, aprendo uno dei preservativi con i denti e appoggiando l'altro sul comodino insieme allo spray. Il mio pene pulsava mentre afferravo le sue tettone siliconate e le massaggiavo pizzicandole i capezzoli. Mi sono chinato succhiandoli e assaporandone il sudore. Lei ha fatto scorrere le mani lungo la mia schiena, massaggiandomi. Anche il suo cazzo stava gonfiandosi di nuovo, e si toccava con il mio mentre premevamo i nostri corpi nudi.
Mi ha spinto indietro sul letto, infilandosi il preservativo. La mia schiena era piatta sul letto, la mia testa era inclinata verso di lei e le mie gambe rivolte verso l'alto. Mi ha schiaffeggiato il culo e, all'inizio pensavo che mi avrebbe scopato subito, ma invece mi ha baciato l'ano, leccato le palle succhiandole in bocca. Si è spostata leggermente, infilando le mani sotto i miei glutei. Mi ha leccato la cappella come se fosse un cono gelato, tutto intorno e sui lati come se si stesse sciogliendo. In fatto di pompini anch'io me la cavavo, ma lei mi surclassava. Altro che ragazze o donne, nessuno sa spompinare come una trans!
Ha aumentato la sua velocità, succhiando sempre più velocemente finché la sua testa stava praticamente volando su e giù per l'uccello. Il mio stomaco si contraeva e sapevo che stavo per venire. Alla fine ha rallentato, inghiottendo la mia sborra senza fare una piega.
Mi sono rimesso supino. Giusto il tempo di rifiatare e, sorridendo, lei ha detto:
- Sei pronto per un po' di sesso anale? 
- Sì, ma è la mia prima volta...
- Quando hai mangiato l'ultima volta?
- A pranzo... verso l'una...
- Hai cacato dopo?
La mia faccia è diventata paonazza.
- Sì, stasera...
- Ok, preparati per un buon tempo, cucciolo...
Ha baciato entrambe le mie cosce, trascinando le sue labbra sulla mia pelle, con la mano sinistra ha raggiunto lo spray dietro di lei. Mi ha baciato altre due volte nella zona più bassa delle cosce prima di sollevarmi le gambe e leccare il mio buco del culo. Il mio ano era piccolo e stretto, non era mai stato penetrato se non da un paio di dita. Ha sputato e ha infilato un dito dentro. Poi ha aperto lo spray e ne ha spruzzato un po' sul dito e l'ha reinfilato nel culo, entrando e uscendo per spalmarlo il meglio possibile. Il respiro mi si bloccava nel petto mentre mi toccava in quel modo, non avevo mai provato nulla di simile prima. Tirò ancora fuori il dito per ungerlo di più.
- Tudo bem?
- Sì... si... tudo bem....

CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI