• Pubblicata il:
  • Autore: Luigi
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: Luigi
  • Categoria: Racconti gay

Quel pelato passivo che...

Sono un ragazzo di Lecce che adora, anzi ama il sesso e tutte le sue sfaccettature, non dico mai di no a niente, nella mia piccola esperienza ho fatto tutto e con chiunque, chiaramente sempre nella massima pulizia. Avevo solo un desiderio da realizzare, essendo una cosa abbastanza particolare, i casi erano due, dovevo trovare un ragazzo o una ragazza che avesse già avuto questa esperienza oppure un maniaco pronto a fare di tutto... Una sera ero a mangiare una pizza con due amici, mentre ero fuori dal locale per fumare una sigaretta ho conosciuto Nicola, un ragazzo di bella presenza, spalle larghe, della mie età quindi 38 anni, pelato e molto affabile; parlando mi confida che anche lui adora fare sesso, tra una battuta e l'altra io gli confesso che mi mancava una esperienza da vivere, fare del fisting e non su di me... lui inizialmente rimane senza parole ma poi mi dice che gli mancava come esperienza e sarebbe stato molto contento nel darmi una mano o meglio il suo culo per realizzare questa mia perversione!! Senza perdere altro tempo ci mettiamo d'accordo per un appuntamento, ero eccitatissimo e non vedevo l'ora di provare questa cosa, un po' per sentire che emozioni suscitava e un po' per vedere il corpo umano fino a che punto poteva arrivare... Nell'attesa del giorno tanto bramato, vado a fare spesa in un sexy shop vicino a casa mia, olio del giorno a base acquosa, non contento sono andato in un negozio di giocattoli a comprare delle macchinine e dei soldatini. Finalmente arriva il giorno dell'appuntamento e lui si presenta da me, facciamo aperitivo intanto che gli spiego di aver fatto spesa per quel momento tanto atteso, lui era incuriosito e non vedeva l'ora di provare; finito di bere, lo faccio accomodare in camera e lo ammanetto al letto a pancia in giù.. era completamente nudo e ammanettato al mio letto, in mio potere e inconsapevole di quello che da li a poco avrei infilato nel suo culo, quindi ho iniziato a massaggiargli l'orifizio con quella meravigliosa e magica crema a base acquosa, nel mentre lui si stava arrapando sempre dipiù, appena ho iniziato a penetrarlo col mio dito medio ha iniziato a dimenarsi, era mio, a quel punto ho tirato fuori le macchinine e ho iniziato una dopo l'altra ad infilargliele nel culo, come se fosse un mega parcheggio... Sembravo un bambino quando gli compri il giocattolo nuovo, non capivo più nulla, più ne infilavo e più si dimenava, sembrava un mega parcheggio senza fine, dopo la tredicesima macchinina sono passato al livello superiore, i soldatini!! Ho giocato con quel culo per due ore e penso di avergli infilato almeno una ventina di oggetti, lui non fece una piega, anzi sembrava apprezzare, dopo allora non lo sentii più....



Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI