• Pubblicata il:
  • Autore: Giulio
  • Pubblicata il:
  • Autore: Giulio

Le due compagne di scuola,si godono il mio amico,a me non resta che segarmi

Mi chiamo G ed ho quasi 20 anni e frequento il Liceo della mia città.
Nella mia classe c’e un mio amico,che fa’ nuoto insieme a me,siamo molto stretti e stiamo spesso insieme.
Lui siu puo’ dire che il classico figo,ma veramente,è proprio un gran bel ragazzo,alto 1.80,more,con dei muscoli,non grandi ma scolpiti benissimo,insomma il sogno erotico di quasi tutte le ragazze della nostra scuola..Naturalmente la parte che gli invidio di piu’ è il cazzo…si quell’muscolo….il suo pisello moscio è grande e largo come il mio in erezione.
Lui se le scopa tutte o quasi,io sono la sua spalla e con lui vicino riesco a rimorchiare anche io.
Serena e Melania,anche loro frequentano la nostra scuola e sono due grandi fighe:un giorno vedendomi uscire dalla scuola con il mio amico,tutte e due mi chiamano e mi dicono se il mio amico è fidanzato o altre cose del genere,insomma vorrebbero organizzare una cosa a quattro,io,lui e queste due puttanelle vogliose.
Io contento corro dal mio amico e gli dico che abbiamo una trombata assicurata…ma io non avevo ancora capito perche’ loro eravano venute da me.
Torno dopo circa 10 minuti da loro e ci dammo appuntamento per il giorno seguente a casa del mio amico a meta’ pomeriggio.Matteo aveva accettato, ed io pensavo di avere una scopata super da farmi con una delle due fighe.Ho aspettato con impazienza la campanella di uscita, siamo corso direttamente a casa del mio amico.Alle 16 suono il campanello,e vedo davanti a me,due fighe immense,truccate,sistemate….Entrano,non c’e bisogno delle presentazioni,visto che ogni tanto qualche parola l’avevamo scambiata.
Dopo qualche minuto di silenzio, il mio amico decide di rompere il ghiaccio e ci dice: “allora, sono a vostra disposizione, che devo fare?” Serena e Melania lo guardano vogliose….Melania con aria porca:”è ora di spogliarsi…”.Il mio amico sorridendo,si toglie lentamente la canottiera bianca e la getta sul pavimento. Già vederlo così era meraviglioso, non aveva un filo di grasso addosso, e ogni muscolo del suo corpo era scolpito, ma non eccessivamente.Ha pure un piercing al capezzolo destro.Il mio amicoMatteo quindi si tolse le scarpe, i calzini, e infine i pantaloni. Rimase solo in mutande davanti ai nostri occhi, a due metri da noi tre,anche io presi a spogliarmi e in due secondi ero in mutande.… Dopo qualche minuto Serena disse: “dai,toglietevi anche le mutande….che non resisto piu’…” Allora il mio amico lentamente si tolse le mutande e da queste uscì il suo cazzo, a mezza erezione.Rimasero incredule , aveva veramente un cazzo enorme… Comincio’ a toccarselo,mentre io rimanevo immobile,dopo un paio di scappellate il suo pisellone raggiunge la sua massima erezione.Lui le guarda e gli dice:“ora è ritto al massimo”.
Inutile cercare di spiegare la loro incredulità, aveva un cazzo pazzesco, lunghissimo e soprattutto molto largo, con due palle enormi (proporzionate al resto)… Il mio amico si mise le mani dietro, e rimase lì, con il cazzo durissimo, la pelle in cima a un certo punto si ritirò da quanto era ritto, e soprì una cappella rosea grande quanto il diametro del cazzo… Il suo tribale gli arrivava fino alla base del cazzo e lo incorniciava, uno spettacolo incredibile.Melania arrapata fracida ad un certo punto gli chiede: “ ma quanto ce l’hai lungo?”… Rispose ridendo: “non so, mai misurato”… Serena:”dai, misuriamolo, voglio vedere quanto è lungo”. Allora io fui mandato nella cameretta del mio amico e presi il centimetro e tornai immediatamente.
Melania e Serena si erano avvicinate,ora erano circa a un metro da lui, e inginocchiate ammiravano quel cazzo enorme, che nn accennava a perdere l’erezione… . Lui prese il centimetro e se lo misuro’ sotto i nostri occhi…..quando vedemmo la misura rimanemmo esterrefatti, 23 cm di lunghezza e 6 di larghezza…. Dopo qualche minuto di completo silenzio il mio amico esordì con: “allora, insomma, non mi fate niente? Non vorrete lasciarmi così a cazzo duro!”… . Allora,Serena inizio’ a toccarglielo. … Vedere Serena toccare quel cazzone così grosso era una soddisfazione immensa, sentivo già qualcosa che cambiava nelle mie parti basse… Serena lo stava masturbando….Il mio amico visibilmente eccitato, si rivolse alle due ragazze dicendo: “dai ragazze, spogliatevi, sarà molto meglio”… si spogliarono davvero completamente. Completamente nude, si rimisero in ginocchio davanti a lui. Mentre Serena continuava a fargli una sega,il mio amico prese le mani di Melania e le mise sui suoi coglioni, Melania cominciò a massaggiarglieli con passione. Nel mentre gli: “hai un cazzo veramente fantastico, non credevo che esistesse un cazzo così grosso, quello del mio ragazzo in confronto non esiste nemmeno…” rispose con una sonora risata.
Intanto MElania stava accarezzando la coscia sinistra del mio amico e vicino al suo inguine, passando anche le mani sul suo culo sodo.Mentre continuavano a segarlo,io che non venivo nemmeno preso in considerazione e la cosa mi dava molto fastidio,tirai fuori il mio ciccino,di 11 cm e iniziai a segarmi.Istintivamente a Melania ma soprattutto a Serena vedendo il mio cosetto messo a confronto con quello del mio amico scappò loro da ridere dicendo:”il tuo è proprio brutto e piccolo…..ma G…ha cosa ti serve? quanto ce l’hai piccolo, ahahaha!”
Mi sentii veramente umiliato…..dalle loro risate.
Serena prese in bocca,il cazzone del mio amico,inizio’ a leccargli la cappella lucida.Il mio amico emise subito un sospiro di piacere.Allora comincio’ a succhiargli la cappella molto piano, ritmicamente. Avere in bocca quell’affare la eccitava da morire…
Una soddisfazione immensa per loro, quel palo di carne tutto tutto, loro e solo loro!
Io ripreso a menarmi il mio inutile cazzino, ansimandoIl mio amico le fece mettere a gambe aperte sul divano e a turno inizio’ a sditalinarle entrambe.. inizialmente si scossero, poi cominciarono a mugolare come due troie, bagnandosi all’inverosimile.Poco dopo mi sentirono ansimare più profondamente, ad un certo punto emisi un gemito e venni.
Fui nuovamente schernito dalle due fighette,visto che dal mio cazzetto uscì un fiotto di sborra che cadde e macchiò il parquet del salotto.Dissero:”ora vediamo la differenza quando sborra lui….”. Quindi si impegnarono ancora di piu’ e ripresero a succhiare l’norme cappella del mio amico con più foga.Era talmente grande il suo meraviglioso cazzone che potevano masturbarlo con entrambe le mani..Il mio amico fece cenno di allontanarsi e all’improvviso imbratto con una decina di getti il viso di Melania….anche ammirare quella sborrata fu’ uno spettacolo……..che differenza,che potenza….mentre finiva di sborrare sul viso della troietta,mi sentivo veramente una merda…..Serena e Melania mi irrisero nuovamente…..dicendo che ero solo uno sfigato.
Tutti e tre,io Melania e Serena rimanemmo esterrefatti per la quantità di sborra che uscì da quel cazzo enorme. Contai come minimo 10 schizzi di sperma che centrarono in bocca Melania, in più mentre quel cazzone schizzava dalla cappella gocciolava della sborra che cadde sul parquet.
Venne senza toccarsi mentre lui scaricò il suo seme nella sua bocca. Non riuscii a berla tutta, era troppa,gli colò dalla bocca sul mento e sulle tette, macchiando ulteriormente il pavimento sottostante.Le due troie vennero ripetutamente sul pavimento,oramai un colabrodo.Io e le due femmine lo guardavamo con ammirazione, nessuno aveva mai visto una sborrata del genere.Melania:” sei fantastico, hai un cazzone enorme e quando vieni sembri una fontana, sei straordinario…” Il cazzone del mio amico era un po’ meno duro, ma loro sempre piu’ vogliose,ripresero a spompinarlo e in un men che non si dica,lo aveva nuovamente d’acciaio,dopo la meravigliosa sborrata,mentre io faticavo a farlo rizzare nuovamente….anche questo fu oggetto di derisione da parte delle due fighe,ma anche del mio amico che mi disse di lasciare le due tope a lui,visto che non ero all’altezza della situazione.
Serena e Melania,ripreso a spompinarlo e segarlo a turno,ma anche io,ripresi a masturbarmi,umiliandomi da solo sempre di piu.
Melania,venne ancora e ancora,ma anche io venni facendo poche goccioline.
Nessuno mi considerava piu’…tutte e due aspettavano la seconda sborrata del mio amico…
Anche la sua seconda sborrata fu super,questa volta ricopri il viso e i capelli di Serena…
Cercavo di farmelo tornare duro,allora Serena impietosita,mentre Melania leccava i ciglioni del mio amico,inizio a succhiare il mio cazzetto che naturalmente mi entrava tutto nella bocca..
Vedere i nostri due piselli a confronto era comico…Serena intanto continuava a succhiare il mio cazzino.Dopo circa 5 o 6 minuti,venni nella bocca di Serena..
Forse riuscii a fare un piccolo gettino di sperma che termino’ nella bocca di Serena,che disgustata sputò la mia sborra in terra, e dopo essersi asciugata la bocca, si volto verso il cazzone del mio amico che stava per esplodere ancora una volta.Serena avvicinandosi nuovamente al palo d’acciao dello cavallone disse:”con la tua sborra schifosa non ci faccio un cazzo….”. Io oramai a brache calate e con il cazzetto moscio umido di sperma,ammiravo le due donne,ancora protente a far godere il favoloso cazzo duro del mio amico.
Il mio amico venne per la terza volta: 4 spruzzi di sperma liquidissimo colpirono le facce delle due amiche in ginocchio.Dopodichè le due amiche succhiarono il suo cazzone, ormai provato… Quindi poi si baciarono l’un l’altra e si leccarono lo sperma del mio amico dalle loro facce.Si pulironono tutti quanti e alla fine le due super fighe per ringraziare il mio amico,si inginocchiarono e baciarono il suo cazzone,per ringraziarlo,della sborra che gli aveva concesso.Si segnarono il numero suo,dicendo che ha giorni sarebbero tornate a prendere una nuova razione di cazzo duro…visto che ora non ne potevano fare piu’ a meno….ma dissero anche:”la prossima volta senza di lui(riferito a me)…non serve a nulla è solo un segailo minidotata…..”.e tutti scoppiarono in una fragorosa risata…..mi sento una merda….le ragazze è giusto che vadano

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 20% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui
26/09/2008 17:19

nonnetto

desideravo il mio nipotino. Quando ha compiuto 18 anni e un giorno gli ho ho rotto il culetto

22/09/2008 10:49

Lucia

Hai copiato il mio racconto vergognati! Non sei capace di scriverne uno da solo???

19/09/2008 14:08

sorbettoalimone

sei un babbo

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI