• Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero

LA PULIZIA DEL PENE

Un pene pulito rilascia un odore neutro e non fastidioso, perciò nella maggioranza dei casi, la presenza di cattivo odore è causata da:
- scarsa igiene dei genitali ed accumulo di batteri
- malattie genito-urinarie (quasi sempre infezioni).

Pene maleodorante per eccesso di smegma

Lo smegma è una secrezione viscosa, biancastra o giallastra che, in assenza di adeguata igiene intima, si accumula nel prepuzio, in particolare sotto la corona del glande, emanando cattivo odore. Di per sé, l’accumulo di smegma non è patologico poiché è costituito da secrezioni prostatiche e sebacee, da eventuali residui di liquido seminale e da cellule epiteliali morte che si staccano dal glande e dal prepuzio. Le sostanze sebacee derivano soprattutto dall’attività delle ghiandole di Tyson (niente a che vedere con il famoso ex-pugile) o ghiandole prepuziali, e sono del tutto normali. Se tuttavia non vengono rimosse, lo smegma si accumula favorendo la colonizzazione di batteri, che “mangiano” i componenti proteici e lipidici producendo cattivo odore.
La produzione di smegma aumenta dopo un'intensa stimolazione sessuale o masturbazione. La sua pulizia è importante perchè, oltre ai cattivi odori, il suo ristagno tende a provocare infiammazioni locali.

Circoncisione e fimosi

Dato che la presenza del prepuzio favorisce la proliferazione batterica, creando un microambiente caldo, umido, e ricco di sostanze nutritizie per i batteri, va da sé che i maschi circoncisi vengono generalmente risparmiati dal problema dello smegma. Al contrario, i soggetti con fimosi, ovvero con un prepuzio troppo stretto che scorre sul glande con difficoltà, ne sono maggiormente colpiti.

Pene maleodorante per secrezioni
Un pene con fuoriuscita di secrezioni opache/giallastre e maleodoranti dall’uretra, è spesso il sintomo di una malattia a trasmissione sessuale chiamata gonorrea (o volgarmente “scolo”) proprio a causa di tali perdite. Anche le infezioni da candida maschile e clamidia possono dar luogo a secrezioni dal pene, che a volte sono rilevabili soltanto con la spremitura del glande, mentre in certi casi sono assenti ed il portatore sano è asintomatico.
Di solito, la presenza di un'infezione è accompagnata anche da bruciore durante l’emissione dell'urina. Altri sintomi comprendono dolore o gonfiore testicolare, febbre, ulcere sul pene ed infiammazioni sul glande.

Igiene e prevenzione dei cattivi odori

Per evitare che il pene emani cattivi odori è sufficiente rispettare alcune semplici regole:

- lavare regolarmente e con cura il glande ed il prepuzio, ritraendolo completamente
- utilizzare acqua tiepida, a cui si può associare un detergente intimo delicato
- finita la pulizia, asciugare bene tamponando con una salvietta o asciugamano, poiché l’umidità residua favorisce lo sviluppo dei batteri
- ricordare che l'igiene intima è particolarmente importante prima e dopo i rapporti sessuali o della masturbazione, per evitare i depositi di sperma o secrezioni provenienti dal pene o dalla vagina
- è buona norma ritrarre il prepuzio anche quando si urina, onde evitare che possano rimanere alcuni residui
- utilizzare sempre il preservativo per la prevenzione di malattie a trasmissione sessuale, soprattutto in caso di rapporti con partner occasionali o rapporti anali
- ASTENERSI da qualsiasi rapporto sessuale quando il partner ha una chiara infezione ai genitali, per tutto il tempo in cui questa infezione verrà curata e guarita.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI