La consegna  p.2

La consegna p.2


Non sembra puritana
coi capelli castani
quasi come una coreana
dalla bell collana
non devo esser frana
coi suoi tratti da egiziana
che un profumo soave emana
non è per niente nana
anche se la mamma è padovana
ma sopratutto di tette non è piana.
La riporto al negozio
è finito il tempo dell'ozio.
Dice che si trova bene
speriamo, le voglio dare il pene.
Le chiedo se vuole uscire
se a quest'idea vuol aderire
con me del tempo passare
pensando però solo a fornicare.
Accetta la mia proposta
ed all orecchio la bocca accosta,
"non vedevo l'ora che me lo chiedessi
stando qua a fare i commessi,
mi chiedevo se pensassi esistessi"
Nel mentre la camicetta si apre
e l'intimo scopre.
Una parvenza di seno espone
che con un abbraccione
sento per adesione.
Generoso e grosso
sono tanto commosso,
l'afferro per la vita
le metto in bocca la mia lingua appuntita
ma lei è agguerrita,
sa ch'è una preda ambita
sia forbita che favorita
la sua voglia non è mai esaurita.
Come la mia , garantita
mai è fuggita.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati