L'operaio guardone

Di solito ad ogni inizio ci si presenta, quindi eccomi qui: ho 55 anni, sposato da 30 con una ancora piacentissima donna che non dimostra i suoi 54 anni, tant’è che quando andiamo a spasso insieme ancora attrae gli sguardi degli uomini per non dire come la osservano quando siamo in spiaggia e lei sfoggia i suoni due pezzi.
Fortunato, verrebbe da pensare, ma da quando è entrata in menopausa, circa 5 anni fa, i suoi appetiti sessuali si sono affievoliti, concedendosi in modo saltuario e sbrigativo, come se si trattasse di una pratica da evadere frettolosamente, il tutto condito, come concausa, anche dal nostro pluridecennale rapporto, che certo non stimola.
Questo mi lascia da un po’ sessualmente insoddisfatto, e pertanto ho cominciato a praticare sesso solitario, masturbandomi almeno 3 volte a settimana aiutandomi sia da racconti che da video hard facilmente reperibili in rete.
Leggendo e guardando quà e là le situazioni che più mi intrigavano erano quelle di mogli scopate da altri uomini mentre i mariti eccitati erano presenti: ed ecco che ovviamente scattano le fantasie!!!
Ma, si arriva il “ma”, quando segandomi sovrapponevo il viso di mia moglie alla donna di turno, ecco che scattava la mia feroce gelosia, ed il cazzo si ammosciava immediatamente!!
No, non sarei mai stato capace di riproporre in realtà quelle fantasie, mai e poi mai pensavo avrei potuto assistere o partecipare mentre mia moglie veniva vista nuda e scopata da un altro!!!
Ma ora queste mie convinzioni cominciano a vacillare quando accadde quello che ora vado a raccontare.
Nel condominio dove abitiamo sono cominciati dei lavori di ristrutturazione della facciata con conseguente installazione di ponteggi sui quali stazionano gli operai, con ovvie limitazioni della nostra privacy
Un pomeriggio di due mesi fa, finalmente dopo un po’ di moine, riuscì a portarla in camera da letto per l'occasionale scopata, accertatomi di aver prima abbassato un po’ la tapparella della finestra, anche se non tutta, tanto non ce ne era bisogno poiché gli operai avevano finito la giornata lavorativa
Mentre lei mi stava facendo un pompino a culo rivolto verso la finestra, qualcosa attirò la mia attenzione: un’ombra furtiva si intravvedeva tra le fessure della tapparella!!! Porca miseria, pensai!! C’era qualcuno ancora sui ponteggi!!! E stava sbirciando dentro anche favorito dalla luce accesa della abat-jour!!
Stavo per dirle di fermarsi, di rivestirsi di corsa, quando mi accorsi che lo sconosciuto oltre che guardare probabilmente si stava masturbando poiché vedevo l’ombra di movimenti di quello che doveva essere il suo braccio all’altezza dell’inguine
Questo bloccò il mio intento di fermarla, avevo un’erezione come da tempo non avevo: eh sì, la situazione mi stava eccitando!! Sapere che uno sconosciuto si stava segando alla vista di mia moglie nuda, culo all’aria, fica esposta e col mio cazzo in bocca, mi stava eccitando e moltissimo, quindi non dissi nulla, lasciandola inconsapevole di quanto stesse accadendo
Ma un movimento improvviso dello sconosciuto produsse un rumore che attirò l'attenzione di mia moglie verso la finestra e, nonostante lo sconosciuto forse consapevole di aver attirato l’attenzione si era dileguato, mia moglie riuscì ad intravvedere per un attimo la siluette
Mi guardò sconcertata e mi disse: C’è qualcuno fuori!!! Dici che ci ha visto?
Io non sapevo come gestire la situazione e risposi: Sì, è sembrato anche a me! Chissà se ha visto come facevi il pompino!! E stavi anche col culo rivolto alla finestra!!
E lei: Oddio che vergogna!!
Io: -vergogna? Io direi più invidia da come si masturbava
Lei: Si masturbava? Allora era li da un po’ e tu lo sapevi, ma non mi hai detto nulla!! Stronzo!!
Ma nel dire queste parole non aveva mai lasciato il mio cazzo che continuava a massaggiare
- Ti piace che altri mi guardano mentre sono nuda e ti faccio i pompini? Sei proprio un porco!!!
Detto questo si alzò incazzata e mi lasciò col cazzo dritto e tanta voglia di godere, tant’è che dovetti come al solito consolarmi da solo
A cena era ancora sulle sue, rivolgendosi a me con semplici monosillabi, ma senza più tornare sull’argomento. Andò così avanti per qualche giorno, fino a che un pomeriggio, mentre io stavo sul divano a guardare la tv, sentii che mi chiamava dalla camera da letto. Un po’ scocciato andai da lei è…. Meraviglia delle meraviglie la trovai nuda sul letto che con fare lascivo si accarezzava la fica, invitandomi a leccargliela
Ma cosa ancor più sorprendente fu constatare la luce accesa e la tapparella semi abbassata, cioè meno del solito. In un lampo fui nudo e lì con lei, ma il mio pensiero andava all’intruso della volta precedente facendomi diventare il cazzo ancora più duro. Ci sarebbe stato un bis? Sarebbe ricomparso? E lei come avrebbe reagito?
Mi fiondai fra le gambe per leccargli la fica che mi si apriva sempre di più ad ogni colpo di lingua, senza trascurare di gettare ogni tanto uno sguardo verso la finestra, cosa che mi accorsi faceva anche lei.
Sulle prime pensai che lo facesse con timore di una indesiderata comparsa; mi accorsi invece che mentre gliela leccavo e contemporaneamente l’avevo penetrata con due dita, i suoi sospiti e mugolii erano aumentati di intensità e volume, e che se qualcuno era li di fuori l’avrebbe sicuramente sentita
Cambiai posizione per un 69 mettendola con il culo rivolto verso la finestra in modo che se il nostro sconosciuto complice si fosse fatto vivo avrebbe potuto godere lo spettacolo del suo culo esposto e di me che leccavo avidamente la fica, ed io mi sarei accorto della sua presenza
Ed ecco che l’ombra apparve: sgrillettavo e leccavo a più non posso tenendo sotto controllo la situazione, spostai la mano con le dita lubrificate dai suoi umori nel solco del culo ed infiali un dito nel buchino, cominciando una masturbazione anale, senza smettere di leccarle la fica
A questa visione l’ombra cominciò a masturbarsi ed allora io le feci cambiare di nuovo posizione perché come stava messa non poteva vedere lo sconosciuto osservatore, per vedere la sua reazione, pronto ad essere insultato di nuovo, quindi la girai con la testa verso la finestra continuando nella pratica del 69.
Mi accorsi che lei vide l’ombra masturbarsi perché ci fu un attimo che si bloccò estraendo il cazzo dalla bocca, rimase così immobile per lunghi ed interminabili secondi, poi mi prese i testicoli fra le mani e li strinse fino a farmi urlare di dolore e quindi iniziò un pompino come non lo aveva mai fatto.
Ingoiava il mio cazzo, lo leccava dal basso all’alto, ruotava la lingua sul mio glande, poi riscendeva e mi prendeva in bocca i testicoli, leccava il solco che scende verso il mio ano, leccava il mio culetto, poi risaliva.
Io stavo impazzendo dal piacere, il cazzo mi faceva quasi male tanto era duro, e stavo quasi per godere così che lei accorgendosene smise di pomparmelo e tornò ad interessarsi del mio culetto
Lo penetrò con un dito e cominciò a farmi un ditalino al culo: ero fuori di testa, mi piaceva da morire
La sollevai e le feci di nuovo cambiare posizione, la misi a pecorina col viso verso la finestra così entrambi potevamo vedere il nostro guardone che continuava a masturbarsi, e la penetrai, occupai la sua fica e cominciai a pompare con lei che mi diceva di spingere, di volerlo sentire tutto fino in fondo

Mi accorsi con immenso piacere che lei guardava a tratti quei movimenti inequivocabili e la cosa le piaceva tanto che cominciò a spingere verso me il bacino, facendo sprofondare il cazzo nella sua fica che si era allagata di umori, e i miei testicoli le sbattevano fra le cosce tanto era il vigore delle sue spinte.
A quel punto l’ombra cambiò posizione e si mise di profilo cosi chè noi potevamo vedere le misure del suo cazzo: era notevole, sicuramente più lungo e più grosso del mio e se lo menava con furia
I mugolii di mia moglie divennero sempre più intensi e più udibili, stava per godere, forse come non le succedeva da tempo, non staccava gli occhi dalla siluette di quel grosso cazzo che si tagliava dalla finestra
Volevo accontentare anche lui, in qualche modo volevo farlo partecipe, volevo soddisfarlo e di conseguenza ci mettemmo di profilo sul letto così poteva godersi la nostra esibizione e noi la sua
Mentre la scopavo a pecorina le infilai due dita nel culetto e lei le accolse con piacere e continuava a guardare la finestra come per accertarsi che ancora la stessero guardando, approfittai ed estrassi il mio cazzo oramai quasi al colmo del piacere e glielo infilai nel culo, senza nessuna difficoltà
Sospirò profondamente e ricominciò a muoversi avanti ed indietro assecondando i miei colpi, sempre tenendo d’occhio il nostro complice, finchè non ebbe un orgasmo anale che proruppe a pieni polmoni con la sua fica che squirtava (per la prima volta!!) e colava di umori come una fontana.
Non resistetti e inondai dentro suo culetto il mio sperma fino all’ultima goccia accasciandomi su di lei, non mi interessava più sapere dove fosse quel segaiolo di guardone: avevo raggiuto il mio scopo, una scopata epica.
Mi tirai su più che soddisfatto pronto a rilassarmi, l’ombra era sparita, ma mia moglie mi prese in mano il cazzo molle e guardandomi negli occhi mi disse:
- Contento brutto porco? Ti è piaciuto come mi hai scopato sotto gli occhi di un guardone?
E senza aspettare risposta me lo riprese nella sua calda bocca ed iniziò un altro intenso pompino mentre io le rispondevo:
- Si mi è piaciuto, ma a quanto vedo la cosa ha eccitato anche te
Col cazzo in bocca rispose in modo appena intellegibile: si mi è piaciuto, se vuoi possiamo rifarlo
E mi fece godere, questa volta nella sua bocca, per la seconda volta
Dopo quella volta ci furono altre tre occasioni simili, e l’ultima erano addirittura in due a guardarci e segarsi.
Ora che i lavori sono ultimati e i ponteggi smontati, quando scopiamo guardiamo con un po’ di nostalgia verso la finestra, e non manca occasione di raccontarci le sensazioni vissute.
Sto cercando di convincerla di creare altre situazioni simili, lontani dalle nostre mura, ma è ancora un po’ titubante per paura dell’ignoto, ma pian piano si sta convincendo perché quando gliene parlo ed invento situazioni lei si scatena come una infoiata.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 20% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI