• Pubblicata il:
  • Autore: Anton
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: Anton
  • Categoria: Racconti gay

IL TEMPO SCORRE

avevo 18 anni, d'estate mi piaceva andare con la mia bicicletta a prendere il sole al fiume della mia città, cercavo soprattutto posti tranquilli un pò isolati essendo io estroverso e timido preferivo stare da solo, e non capivo perchè di tanto in tanto si avvicinava qualche signore, e cercava di attaccare bottone, io a volte per paura rispondevo alle domande come potrebbe rispondere un ragazzo forse per il mio atteggiamento davo forse coraggio a chi mi parlava per lo più domande sulle donne sul sesso...sui modi di fare l'amore spingendosi sempre più su domande maliziose....io allora prendevo la mia bicicletta e con il cuore in gola me la filavo...e solo dopo ripensavo a quello che mi era successo ..il sentirmi desiderato...mi faceva indurire il mio cazzo......forse già allora sentivo il desiderio di provare emozioni forti.sono passati molti anni forse una 20 e mi sono recato dinuovo in quei posti naturalmente la vegetazione era un pò cambiata ma il posto mi era rimasto impresso....stavolta ero deciso a vedere se le cose nel frattempo erano cambiate,..dopo un pò vedo avvicinarsi un signore....io ho subito riconosciuto essere uno di quelli che tempo prima mi avevano avvicinato...stavolta però ero deciso a vedere cosa sarebbe successo...d'altronde avevo sempre sognato di essere desiderato, devo dire che il signore era molto gentile...e dopo qualche minuto tirava fuori da un sacchetto una rivista pornografica e dopo un momento di titubanza ....mi faceva vedere scene di sesso....ma subito notavo cazzi enormi sfondare culi insomma era una rivista chiaramente omossessuale..io subito tenevo a dire che a me piacevano le donne....ma intanto il mio cazzo si era gonfiato , la mia eccitazione era enorme, e desideravo provare anchio anche se la mia timidezza non mi faceva prendere nessuna decisione,vedendo il mio imbarazzo il signore prendeva l'iniziativa dicendo che non cera nulla di male ed era normale avere una erezione. io allora mi sono alzato e me ne sono andato.....ma dopo aver percorso un centinaio di metri ...ritornavo indietro e timidamente riferivo che volevo stare ancora un pò a prendere il sole..lui allora si denudava completamente e non potevo non notare il suo cazzo bello lungo già da moscio penzolante verso il basso...insomma sono rimasto alcuni minuti a fissarlo , lui allora mi si avvicinava e mi diceva se volevo spogliarmi anchio che mi avrebbe fatto un massaggio, perchè a suo dire era un bravo massaggiatore,io allora mi sono messo supino con il cuore praticamente andava a mille però sentire le sue mani sul mio corpo così leggere mi aveva tranquillizzato e provavo un piacere immendo ....dopo qualche minuto a iniziato a palparmi il culetto arrivando sempre più vicino al buchetto e ogni tanto con un dito me lo passava vicino all'entrata.....che sensazioni..avevo il cazzo che mi stava scoppiando....il signore mi faceva girare e subito vedendo la mia mazza così dura,sembrava un martello...lo masseggiava delicatamente....ma siccome era tanta l'emozione che subito venivo in mano al signore....allora io un po per vergogna mi sono alzato vestito e sono scappato con la mia bicicletta....ancora oggi penso a quella esperienza che mi ha fatto capire cosa cercavo io veramente.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 20% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui
18/11/2016 09:38

anton

comunque non so perchè avete modificato anno mio, ma la storia è avvenuta quando avevo solo 14 anni

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!