I fidanzatini

Avevo inserito un annuncio su un sito di annunci dove mi rendevo disponibile a massaggiare una coppia a casa mia o da loro gratuitamente. Solo al terzo giorno ricevetti il messaggio di due giovani fidanzati, ci accordammo per il giorno e l'ora e puntualmente arrivarono.
Lei aveva un bel viso , con un splendido sorriso che dava fiducia , lui di viso non era un divo ma era simpatico e subito con semplicità mi disse che non volevano il massaggio ma solamente approfittare della camera per fare sesso, aggiunse che mi avrebbe pagato un po' il disturbo.
Non riuscii a dire di no e li accompagnai in camera e mostrai loro anche il bagno, una doccia alla fine ci vuole, tornai in salotto chiudendo la porta a soffietto e mi stravaccai sul divano a sfogliare una rivista di viaggi.
Ci volle poco a capire quando cominciarono le coccole, gemiti, gridolini, esclamazioni varie si facevano sempre più intense , io cominciavo a eccitarmi e piano piano mi segavo senza esagerare, fino a quando decisi di curiosare e piano aprii un po' la parta . Vidi lui, Carlo, che gli leccava la figa e subito dopo continuarono con un 69 con lei ,Lidia, sopra, vedevo bene come lo ciucciava con avidità, lo ingoiava quasi per intero e con la lingua percorreva tutta l'asta. Non avevo mai visto una coppia fare sesso. Meraviglioso.
Scambiando e cambiando le posizioni andarono avanti per mezz'ora e dopo Carlo la mise a pecorina penetrandola senza esitazioni tanto era fradicia la figa di Lidia, a un tratto si fermò lo sfilò , mise un po' di crema sul buchetto e piano piano la inculò, non era la prima volta che lo prendeva dietro perché non si lamentò ma sentii un siii, dai siii.
Stufo di quella posizione la girò e con le gambe sulle spalle cominciò una interminabile cavalcata, infilandolo un po' sulla figa e un po' sul culo finchè gli venne tra le tette, stanchi, Lidia si stese pancia in giù e Carlo su un fianco a guardarla.
Senza dire niente mi denudai , presi il vasetto con l'olio e seduto di fianco alla ragazza ne versai un po' sul sedere e sulla schiena e cominciai un leggero massaggio sentii un gemito sommesso e le gambe allargarsi , segno che gli piaceva , Carlo alzò gli occhi e mi sorrise.
Continuai a massaggiare con delicatezza quel corpo meraviglioso andando sempre più in profondità, con le dita stimolavo il buchetto del culo e il clitoride, sculettava dal piacere, ebbe un orgasmo che mi bagnò la mano, la sollevai e la misi a pecorina e mentre faceva un pompino a Carlo io la chiavai finchè gli sborrai sulla schiena .
Entrammo nella capiente doccia tutti tre assieme. E' stata una bellissima serata e avrà di sicuro un seguito



Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del nostro Sexy Shop e ricevi subito il 20% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI